La paura degli angeli

Tutti abbiamo delle colpe

Tutti abbiamo un angelo

Hanno paura gli angeli
delle stelle rifrangenti luce,
incursioni alla loro delicatezza

Posti sul ciglio lunare,
assecondano l'estasi
universale, senza partecipazione

Ora, se una stella,
come saetta,
imprigiona il loro lampo di vita,
subito accorrono in battaglia

Da questa battaglia,
nel loro nodo di gola,
si scatena un moto,
che li porta sempre più lontani
dai margini lunari

E stretti stretti,
se ne vanno con la luce,
dentro le stelle.

MITRUCCODIPOESIA©

Non ti ha mai amata

Certo, dopo di me,

non ti ha mai amato

A dire il vero
non deve averti amato Mai
se ha voluto amarmi

Tante volte si dicon cose per dire,

si fanno cose per fare,

ma è l’Amore che svolta:

Guardaci !!.mi vedi? ci vedi ?

‘contro la volontà dell’ abitudine
e i ricatti ai disamorati-

-In realtà ci hai visto molto prima-;

parlava il suo corpo, si esponeva il mio;

finché Siam bestie è divino il segno

che mai si scontra -assenti i recettori all’altrui arroganza-

con le offese del ciarpame mosso da invidia o insito negli  ‘”eroi”malformati

Mi ha sempre amata, l’ho sempre amato, perché è così che si Ama: istantaneo…è per sempre…

MITRUCCODIPOESIA ©


Reset di un cuore audace

Resetto questa claustrofobica attesa,

oltre il silenzio.

Tra i sospiri

mi inchino alle fronde,

che ancora si lasciano cullare

da un vento disarmante e gelido.

La morte ha un sapore così amaro

da distanziarsene,

come mai ci dovesse toccare.

Abituati da sempre all’eremo,

noi ci perdiamo dentro gli scompensi

delle moltitudini.

Il buio non lo sconfiggono

i veggenti, che lo prevedono,

ma i cuori audaci…

MITRUCCODIPOESIA ©

152615

I giorni degli angeli

I giorni si rinnovano,
è sempre la stessa storia.
Demoni ed angeli a braccetto,
forse deliri,
forse recondite paure,
forse sogni
I forse non mi sono mai piaciuti.
Amo la trasparenza del vetro
illuminata dalla luna;
meglio la penombra
alla luce accecante del sole .
Non ci si nasconde da chi si ama,
lo si culla fra le sue incertezze,
se ne scuote rabbiosamente le viscere se necessario.
Ora ognuno chiede promesse,
chissà chi le manterrà,
chi si darà totalmente.
Mi hanno detto di credere a qualcuno,
chi lo ha sussurrato mi conosce,
non vorrebbe mai il mio male.
Ma io so che solo i giorni,
la presenza, i gesti, le piccole
cose del ricostruirsi insieme,
avranno la premura di portarmi via dall’inferno.
Il mio inferno non mi appartiene da tempo, ma da sola non posso farcela.
Voglio Amore senza inganni, come tutti gli angeli.

occorre-sbarazzarsi-del-cattivo-gusto-di-voler-andare-d-accordo-con-tutti

mitruccodipoesia

Schiava della vaghezza

Se fossi stata apoetica,
avrei infarcito di roselline un canestro di vimini per il mio sposo
, confetti e ghirlande speziate al suo altare,
e mani dipinte di hennè
sotto un candido velo.

Ma poichè la poesia mi è vicina,
posso solo donare un mutuo assenso
al perdurare della mia assenza dal mondo.

Non m’importa essere compresa.
Mi basta camminare in vaghezza;
certa che nessuno potrà
mai cambiarmi.

E.M copyright

Distanza

Dolore di mancanza,

che non s’acquieta, amore

E stringe al petto,

avido, senza freno,

al picco.

Questi tempi,

lontani,

E ti chiede l’amore :

Hai visto che mostro che sono ?

E un sorriso cancella il sapore del vuoto

Merita la mancanza

il singhiozzo incessante,

ed il mostro l’amore.

E tu che non ti spaventi di me,

il mio ultimo dono.

Fino alla fine.

Mitruccodipoesia

Il sonno

 

Ci inerpichiamo
tra sentieri.

Ognuno
con le proprie forze,
le proprie dinamiche.
Forse non credo ai richiami
di un sole morente.

Giace sul letto asfissiante
una donna;
i capelli dorati
non servono al cuore.

Ben oltre le sevizie mentali
c’era un lago di pianto.
Ě lì che vorrei rimanere…
Per elevare il dolore.

E.M copyright

Bambino rosa spina

Cercar dentro di te bambino rosa spina,
tra zizzania e terra di nessuno,
eppur cosÌ gentile oltre la rabbia.

Incanto del mio ventre,
rosa azzurra
in solitudine tra le gramigne.

Amor non farti soffocare
e sboccia tra i papaveri,
nell’onda del piacere di avermi sempre accanto.

Io prima di te infestata,
e sradicata a nuova
vita dal sole di mio padre.

 

E.M.copyright

Eternamente

E amala, amala,
amala con lo stesso vigore di sempre,
senza sederti tra la folla a declamarla,
ma nel silenzio di un giardino.
Il tuo giardino incantato,
peschi in fiore
e soffioni da vomitare al cielo.

Eterea e lucida.
Questo è il mio sacrificio senza bandiere
e drappi da avvolgermi addosso.

E.M copyright

And love it, love it,
love it with the same vigor as ever,
without sitting in the crowd to declaim her,
but in the silence of a garden.
Your enchanted garden,
fish in bloom
and puffs to puke to the sky.
Ethereal and shiny.
This is my sacrifice without flags
and drapes to wrap around me.

Mitruccodipoesia