Il nodo scorsoio

Si perde nei girovaghi pensieri

il senso di una vita.

Attraverso scuri e sbiechi occhi

non è possibile prevederne le mosse

So che la bruttezza ha il sapore

del non detto; taciuto per indole meschina

Così mi accaparro solo di occhi di lago;

limpido e non oscurato dalla fanghiglia.

Immersa nel fondo, mi siedo, oltre l’avventura di esserci nel solo modo che conosco; la verità è un nodo scorsoio, ed ognuno sceglie i suoi marinai.

MITRUCCODIPOESIA ©unnamed-7

Il nodo scorsoio

Si perde nei girovaghi pensieri

il senso di una vita.

Attraverso scuri e sbiechi occhi

non è possibile prevederne le mosse

So che la bruttezza ha il sapore

del non detto; taciuto per indole meschina

Così mi accaparro solo di occhi di lago;

limpido e non oscurato dalla fanghiglia.

Immersa nel fondo, mi siedo, oltre l’avventura di esserci nel solo modo che conosco; la verità è un nodo scorsoio, ed ognuno sceglie i suoi marinai.

MITRUCCODIPOESIA ©unnamed-7

Contraria

Costruita al contrario,

forgiata a tua immagine;

che gran bel spettacolo, vedi …

L’avresti mai detto? Ci avresti scommesso su quella nota di bemolle?

Eppure, sento il tuo respiro, sopra i tasti ormai silenziosi;

il battito delle tue dita, e la meraviglia delle nostre preghiere pagane.

Con i piedi in testa, la testa tra i piedi, ti lascio il mio sorriso malinconicamente divertito …e non raddrizzarmi

MITRUCCODIPOESIA ©

Il sonno

 

Ci inerpichiamo
tra sentieri.

Ognuno
con le proprie forze,
le proprie dinamiche.
Forse non credo ai richiami
di un sole morente.

Giace sul letto asfissiante
una donna;
i capelli dorati
non servono al cuore.

Ben oltre le sevizie mentali
c’era un lago di pianto.
Ě lì che vorrei rimanere…
Per elevare il dolore.

E.M copyright