La nana apoetica

imageCome se il mondo potesse sollevarla

Nessun mondo l’avrebbe mai abbracciata

Scivolavano ripetitive ossessioni narcisistiche

Rifugio dei suoi giorni consumati a costruirsi un’immagine patetica agli occhi di alcuni curiosi

Lei era preda Solitaria, ne provavo pietà e rabbia insieme.

Come non capire che si rimane soli? L’eccesso non fa che amplificare gli effetti di quella modalità. Io la stringevo :non aprirti al mondo!

Ignara sbuffava le sue ferite

Per me non erano abbastanza

Non c’era poesia dove non c’era contenimento

Il poeta nasce per difendersi o difendere dal mondo, non per parteciparvi.

“L’amica pirata dei setti nani “

Bambini si sale

“Bambini svelti,

C’è da leggere, scrivere, imparare…

Destra, sinistra, tabelline…

Ma quanto sei bravo…ma quanto ti svii…ti agiti …corri,…bambiniiiiii  le righe”

“Bambini…la scala…si sale fino al cielo.

L’orsetto cartone che parla in inglese è alquanto noioso…bambini si corre nei prati …senza le righe. Sì salta tra i fiori , si dipinge la luna. Bambini si sale…”

Guarda gli occhi della gente, ci son due modalità…o scendere o salire…guarda gli occhi .

Dedicata alle insegnanti con gli occhi molto piccoli , che di solito non conoscono il significato delle parole.

 

Lontana

Amore, visto che dall’eterno proveniamo…

Perchè siamo stati condannati a subire questo difficile stato?

Non era meglio rimanere estranei,

sprofondando nella nostra solitudine?

Senza che nessuno sapesse…

L’uno dell’altro…

Gli altri di noi…

Condanna eterna curata da me,

allora,

con velenoso sonno

di fronte al tuo esilio.

Oggi ripropongo il mio cuore torturato,

e non avrò forza,

se il pensiero di una nuova sconfitta trapasserà i miei occhi,

come la spada che ti uccise,

e rese me indifesa …

E flebile andarmene lontana

Sospesa nel tempo copyright

Tra bulbi perenni

Passaggi tra bulbi perenni:

“Per ogni nobile guerriero una sposa in viola,

un mattoncino ed una catena.

Inferto il colpo, cade la sposa,

il guerriero esangue tra i lembi di seta.”

Manto funebre che si eleva al cielo,  sciogliendo cascate di ranuncoli sulla tomba gemella…

di sola terra ormai.

E dopo un soffio di vento, resistono solo i gialli fiori.

Passaggi…solo passaggi.

Sospesa nel tempo copyright

Faccio veloce

Confronto le conformazioni

craniche ..

poi è semplicissimo

tracciare una linea immaginaria fronto nucale

Da lì è semplice capire,

se parlare o stare muta,

essere presente o assente,

Vigile o assonnata.

Non mi importa se non mi credi,

faccio veloce

questo gioco sadico magico,

che mi riporta oltre gli schemi

degli adulti,

che a volte parlano per parlare,

dicono per dire,

con la pretesa di non sbagliare.

Ed i bambini ridono.

Alias stronzissima mediocre ladra di testi

Carissima, io ci ho provato ad adeguarmi.

Mi succede, a volte,

di pensarti tra questi scritti,

che fanno parte della mia e della tua vita.

È stato un tentativo, vano, per fortuna o per disgrazia; chi può saperlo!

Ma chi scrive è sempre a modo suo, il mio vantaggio è che sono riconoscibile,

come certe Song nere o certe  parole interdette tra i suoni dei normali.

Per quanto mi sia sforzata di essere più sobria possibile, io il mio segno lo voglio lasciare …così come fa Zorro 😂

Pertanto, fino ad un certo punto mi posso nascondere …oltre quello c’è l’anima…e l’anima è  ribelle.

Anche volendo schematizzarmi, indossare un paraocchi, costringermi ad una strada innaturale …di colpo ci sarebbe sempre un momento imprevedibile nel quale impazzirei al galoppo.

Succede ai furiosi, a quelli che si arrabbiano …e arrabbiarsi fa bene …risveglia l’ancestrale, il guerriero che in ognuno dimora.

Carissima…di te non mi fido, non ci si può fidare di chi non si arrabbia, forse perché semplicemente pensa a come colpirti alle spalle .

Carissima…in ultimo,

ti chiamo carissima solo per dare un tocco formale che immediatamente diventa provocatorio.

La provocazione è un mio tocco…non si è completamente scrittori se non si sa anche ferire.

Carissima …scrivi pure le barzellette(rubate) …a me toccheranno le poesie 😁

Carissima…se mi faccio derubare…lo faccio dove posso…con lo scaltro nella mano destra