Suona la mia canzone

illustration of moon showing during sunset
Photo by David Besh on Pexels.com

Suona la mia canzone,

quella solo mia.

Stanca di parole per gli altri;

recidivano le paure,

di non esser io,

di non esser me.

Fine alla fine,

fatte di vibrisse ho le ali,

per non perdermi nell’inutile.

 

Dove si appoggia il mare

sta il mio cuore solitario,

fatto per pochi,

quasi per nessuno.

 

Di stranezza in stranezza,

mi appoggio e mi distacco repentina.

Ma sempre ritorno a casa.

E.M copyright

Amor, rispondimi, ti prego…

Amor, rispondimi, ti prego…

Non bere da quel calice dannato.

Poi fiumi di parole inconcludenti,

mi sciolgono, ma lasciano peccato;

odor di solitudine, di affanno.

Di lenti passi nella notte,

senza il rincuorar di un sonno.

Il mio e il tuo vicino.

Leali.

Affini.

Soli e persi.

Non perderti in quel vetro, in quel cristallo.

La boccia, il rosso, l’inganno.

Distanti per quel sorso.

E un altro sorso.

E poi…e poi…

Corrodersi per noi.

MITRUCCODIPOESIA ©

L’imperdonabile

Fottiti.

Che me ne sbatte del tuo pene senza frenulo, corroso da canali squallidi apiretici senza vita

E lugubri essudati lattiginosi.

E pure di un abbraccio incarnale manca il bisogno.

Seduta o distesa e la stessa cosa purchè sorga il delirio.

E partire oltre le lande della fica verso mete di indisciplina fine a se stesse.

Sorgere tra i capezzoli turgidi la pena.

E sperare di capirti oltre l’amplesso inimmaginato;

ma contemplata come si addice ad un poeta,che mescola cannibalismo a pietà, Natura Madre ti son fedele.

E attendo solo i tuoi ordini .

Schiava di te mi appresto a violentarmi, frustarmi e lasciarmi sedurre.

Tra le ceneri che lascio dietro di me,

Divina Poesia.

MITRUCCODIPOESIA ©

Una-tantum
Mensile
Annuale

Fai una donazione una tantum

Fai una donazione mensilmente

Fai una donazione annualmente

Scegli un importo

$5.00
$15.00
$100.00
$5.00
$15.00
$100.00
$5.00
$15.00
$100.00

In alternativa inserisci un importo personalizzato

$

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

Il sonno

 

Ci inerpichiamo
tra sentieri.

Ognuno
con le proprie forze,
le proprie dinamiche.
Forse non credo ai richiami
di un sole morente.

Giace sul letto asfissiante
una donna;
i capelli dorati
non servono al cuore.

Ben oltre le sevizie mentali
c’era un lago di pianto.
Ě lì che vorrei rimanere…
Per elevare il dolore.

E.M copyright

Bambino rosa spina

Cercar dentro di te bambino rosa spina,
tra zizzania e terra di nessuno,
eppur cosÌ gentile oltre la rabbia.

Incanto del mio ventre,
rosa azzurra
in solitudine tra le gramigne.

Amor non farti soffocare
e sboccia tra i papaveri,
nell’onda del piacere di avermi sempre accanto.

Io prima di te infestata,
e sradicata a nuova
vita dal sole di mio padre.

 

E.M.copyright