Catecolamine per il domani

Saranno i fiori oggi
i mediatori.
Ad imbrunire se appassiti,
a rallegrare se boccioli
in eterna quiescenza.
Dell’eterno mi nutrirò,
come la neve,
che saprofita,
si distende indifferentemente su tutte le cose, vitali e non.
Uccide o rinvigorisce,ma sempre si scioglie, e ritorna dalla terra
alla sorgente.
Di questo amore, voglio esser partecipe passiva,
e parassita obbligata dove troverò luce.

MITRUCCODIPOESIA©

Il colore degli indaco

Il colore degli indaco

Continuo su questa strada

Corrono tante parole

I versi sono trascinanti

Più difficile trascinar le menti

Le menti non sono tutte uguali

L’ontogenesi ricapitola la filogenesi

Ma è un ricapitolare non identico

I più assomigliano a pesci sguazzanti nel mare Altri agli anfibi…tra le acque e la terra

I rettili son pochi… si accontentano di un raggio di sole

Gli uccelli somigliano a quei pochi disinteressati di tutto

sorvolano la terra certi di esser eletti

Dei mammiferi neanche l’ombra… Le cure parenterali…la lotta del branco, Il dono di un seno per un orfano del gruppo

L’ontogenesi è fallita

Mi toccherà volare…

MITRUCCODIPOESIA ©

Travestimenti

E di tutti i travestimenti
uno solo non mi è riuscito
La poesia resta femmina,
così per onorarla
sono rimasta donna.(ops gatta)
E quando ho fatto il maschio,
ho avuto troppe innamorate,
ed è noia sostenerle.
Ecco, mi son detta
A che vale questa “gloria”, se non son io, se non son me ?
Forse ero io, forse ero me, altrove.🙂

MITRUCCODIPOESIA ©

Mimi dell’etere

Respiro compliance d’eterno,
plastica, durevole, che permea
il tessuto in replica.

Si imbrigliano patetiche
sierosità rinnegate,
nelle trame sottili
della sua luce vitale.

Non era aria come credettero,
ma etere permesso alla sostanza
che l’originò.

Potrai, volendo
mimarne l’essenza,
ma sarai riconosciuta copia.

Mai siamo stati atmosfera.

MITRUCCODIPOESIA ©

Se fosse stato…

Se l’amore fosse stato comprensione,

accoglienza, sentire comune,

andarsene per le steppe,

incatenarsi alla medesima croce

– che portiamo più o meno con disinvoltura-

Se fosse stato cullarsi del niente,

con i soffioni tra le dita,

e le spine acerbe da maturare al sole,

ed i pirati e le quaglie svolazzanti sulla nostre povere navi.

Se fosse stato le cose che mi hai insegnato, per prendermi cura di me, e di TE, e degli altri che non sanno;

di scorribande furiose e lacinie strette,. fino al fondo del dirupo più nero.

E l’intravedsrsi una luce sottile

dentro il tuo desiderio di me…

Se fosse stato… sarei rimasta..

MITRUCCODIPOESIA©

ma a differenza sua… signora… non ho bisogno delle parole di altri per rappresentarmi 😇 😈Dal crepuscolo all’alba

Crepuscolo il tuo viso,
pelle da raccontarsi.
Intrise le pieghe in cipigli improvvisi ;
l’arco corrugava in diffidenza,
quasi alterigia.
Ma scosso quel mare,
impetuoso, dannato, immenso nei
vortici,
ecco improvvisa rifulger quiete ;
lo distende, ne imbriglia diamanti in ogni dove.
Di Alba si riveste,
quel viso,
tra le carezze notturne.Ed io non posso che morire morte certa .MITRUCCODIPOESIA©dal crepuscolo all’alba