Il nodo scorsoio

Si perde nei girovaghi pensieri

il senso di una vita.

Attraverso scuri e sbiechi occhi

non è possibile prevederne le mosse

So che la bruttezza ha il sapore

del non detto; taciuto per indole meschina

Così mi accaparro solo di occhi di lago;

limpido e non oscurato dalla fanghiglia.

Immersa nel fondo, mi siedo, oltre l’avventura di esserci nel solo modo che conosco; la verità è un nodo scorsoio, ed ognuno sceglie i suoi marinai.

MITRUCCODIPOESIA ©unnamed-7

Dal crepuscolo all’alba

Crepuscolo il tuo viso,
pelle da raccontarsi.
Intrise le pieghe in cipigli improvvisi ;
l’arco corrugava in diffidenza,
quasi alterigia.
Ma scosso quel mare,
impetuoso, dannato, immenso nei
vortici,
ecco improvvisa rifulger quiete ;
lo distende, ne imbriglia diamanti in ogni dove.
Di Alba si riveste,
quel viso,
tra le carezze notturne.Ed io non posso che morire morte certa .MITRUCCODIPOESIA©dal crepuscolo all’alba

Non ti ha mai amata

Certo, dopo di me,

non ti ha mai amato

A dire il vero
non deve averti amato Mai
se ha voluto amarmi

Tante volte si dicon cose per dire,

si fanno cose per fare,

ma è l’Amore che svolta:

Guardaci !!.mi vedi? ci vedi ?

‘contro la volontà dell’ abitudine
e i ricatti ai disamorati-

-In realtà ci hai visto molto prima-;

parlava il suo corpo, si esponeva il mio;

finché Siam bestie è divino il segno

che mai si scontra -assenti i recettori all’altrui arroganza-

con le offese del ciarpame mosso da invidia o insito negli  ‘”eroi”malformati

Mi ha sempre amata, l’ho sempre amato, perché è così che si Ama: istantaneo…è per sempre…

MITRUCCODIPOESIA ©


Abbonati per ottenere l’accesso

Leggi di più di questo contenuto abbonandoti oggi stesso.

Fatto!!!

Sei la prima a saperlo!!! Un nuovo cambiamento …va sempre condiviso con chi ci ha “sostenuto e a volte istigato” W le amiche vere!

La dissezione❣

Bene, mia compassionevole dissezione; secante e secata, ieri oggi e domani, rifulgi o oscuri. Tracima il mio fiume, non credermi morta. Mitruccodipoesia

Il nodo scorsoio

Si perde nei girovaghi pensieri

il senso di una vita.

Attraverso scuri e sbiechi occhi

non è possibile prevederne le mosse

So che la bruttezza ha il sapore

del non detto; taciuto per indole meschina

Così mi accaparro solo di occhi di lago;

limpido e non oscurato dalla fanghiglia.

Immersa nel fondo, mi siedo, oltre l’avventura di esserci nel solo modo che conosco; la verità è un nodo scorsoio, ed ognuno sceglie i suoi marinai.

MITRUCCODIPOESIA ©unnamed-7

Assenza e coraggio

E presi i veli ne costruì teli a copertura;

inabissarsi nell’assenza era l’unico modo per proteggersi…da se stessa

Alcuni ne ebbero paura, scambiando

la paura per aggressione; la chiamano paura della paura, ed è degli inabili egocentrici.

Gli assenti si impauriscono da soli …

per diventare coraggio.

MITRUCCODIPOESIA ©Frasi-cristiane-belle-515

Contraria

Costruita al contrario,

forgiata a tua immagine;

che gran bel spettacolo, vedi …

L’avresti mai detto? Ci avresti scommesso su quella nota di bemolle?

Eppure, sento il tuo respiro, sopra i tasti ormai silenziosi;

il battito delle tue dita, e la meraviglia delle nostre preghiere pagane.

Con i piedi in testa, la testa tra i piedi, ti lascio il mio sorriso malinconicamente divertito …e non raddrizzarmi

MITRUCCODIPOESIA ©

Ai Giorni in purezza

E tutto fu più chiaro

Rimase vicino chi doveva e volere rimanere

Altri nella tempesta presero le loro strade; nessuno ci avrebbe mai creduto

nei tempi passati

La giustizia volle dare il colpo di grazia alla menzogna; alle mani avide avvolte nell’egocentrismo, ai rapporti di convenienza, a tutto ciò che era insano.

Nel buio rimasero poche luci; quelle più fievoli cercarano per breve tempo di imporsi l’ultima fiammella, ma ahimé vinse l’arroganza e la prepotenza a spegnerle.

Rimanemmo in pochi, per il bene della libertà di essere; finalmente illuminati dalla speranza di nuovi giorni in purezza.

Ai giorni in purezza

Reset di un cuore audace

Resetto questa claustrofobica attesa,

oltre il silenzio.

Tra i sospiri

mi inchino alle fronde,

che ancora si lasciano cullare

da un vento disarmante e gelido.

La morte ha un sapore così amaro

da distanziarsene,

come mai ci dovesse toccare.

Abituati da sempre all’eremo,

noi ci perdiamo dentro gli scompensi

delle moltitudini.

Il buio non lo sconfiggono

i veggenti, che lo prevedono,

ma i cuori audaci…

MITRUCCODIPOESIA ©

152615

I giorni degli angeli

I giorni si rinnovano,
è sempre la stessa storia.
Demoni ed angeli a braccetto,
forse deliri,
forse recondite paure,
forse sogni
I forse non mi sono mai piaciuti.
Amo la trasparenza del vetro
illuminata dalla luna;
meglio la penombra
alla luce accecante del sole .
Non ci si nasconde da chi si ama,
lo si culla fra le sue incertezze,
se ne scuote rabbiosamente le viscere se necessario.
Ora ognuno chiede promesse,
chissà chi le manterrà,
chi si darà totalmente.
Mi hanno detto di credere a qualcuno,
chi lo ha sussurrato mi conosce,
non vorrebbe mai il mio male.
Ma io so che solo i giorni,
la presenza, i gesti, le piccole
cose del ricostruirsi insieme,
avranno la premura di portarmi via dall’inferno.
Il mio inferno non mi appartiene da tempo, ma da sola non posso farcela.
Voglio Amore senza inganni, come tutti gli angeli.

occorre-sbarazzarsi-del-cattivo-gusto-di-voler-andare-d-accordo-con-tutti

mitruccodipoesia

Paura

Questa paura è un male leggero

da gustarsi in silenzio,

gambe accavallate

ma cuore a mille

Duemila volte l’ho provata,

mai così Paura,

di P immensa, come il padre di tutti gli dei

L’inferno è preludio al paradiso:

ma quasi sempre le mani,

in preghiera di abbondanza di coscienza,

mi chiedono un voto.

Voto che non posso oggi fare:

Sarei traditrice pulsante

Amare non è toccare il fondo,

ma elevarsi.

Mitruccodipoesia

Dal crepuscolo all’alba

Crepuscolo il tuo viso,
pelle da raccontarsi.
Intrise le pieghe in cipigli improvvisi ;
l’arco corrugava in diffidenza,
quasi alterigia.
Ma scosso quel mare,
impetuoso, dannato, immenso nei
vortici,
ecco improvvisa rifulger quiete ;
lo distende, ne imbriglia diamanti in ogni dove.
Di Alba si riveste,
quel viso,
tra le carezze notturne.Ed io non posso che morire morte certa .MITRUCCODIPOESIA©dal crepuscolo all’alba