Abusi

Non è più tempo

di istanti reattivi inconcludenti

Laceri, i pensieri

si sottomettono,

fagocitati da un tempo che perseguita

Troppe volte inglobati

da voraci macrofagi – che non fanno differenza- e poi la lisi;

veri e propri abusi dell’Io

Resta la sottrazione avida compulsiva;

nessuno dovrebbe cibarsi

senza distinguere !

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.