Quegl’occhi

Ho letto il tuo dolore,

negli occhi,

stamattina

Una violenza non si scorda

Così ti ho regalato il mio silenzio;

la rimembranza di un sopruso,

seppur benevola sarebbe stata l’accoglienza,

non è sana

È sano,

invece,

l’ Amore …e tutti i baci che ti ho dato …

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.