Oltre i confini

È un buon segno non parlarne

Cosa dovrei sviscerare ancora?

IL MIO POSTO LO MACIULLO OGNI ISTANTE

So qual è il mio terrore,

il mio inferno perenne,

toccando  il Paradiso:

Dio lo sa,

sono certa che comprende i nostri atterriti sguardi.

Ci perdoneranno,

forse,

ma cosa importa?image

Recido le mie vene,

mi dissanguo per saziarti;

lo rifarei ancora,

ogni istante.

Oltre i confini non ci può più essere parola

Ora lo sai

E.M copyright

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.