Asfissia da attesa

Perché niente sia dimenticato
traccio uno schizzo di parole,
che mute si spieghino ai miei sensi.

No, non fu mai anestesia traumatica,
ora lo so,
ma asfissia da attesa di te.

Come un antico patto di sangue,
oggi mi ritrovo a unire
le tue alle mie ferite.

Planano le mie ali di cristallo
su questo cielo nero, diventato
di cotone a proteggerle.

Voleremo senza più paure…
Domani…

E. M copyright

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.