Senza giudizio

Mia stella,
se i tuoi occhi fossero
luce delle tue stesse parole,
avrei la chiave per aprirli.

Tormento è avvicinarli ai tuoi pensieri,
che spesso si perdono dentro le paure.

Il mio Amore non basta,
ma mi muovo, disillusa,
di inerzia,
per lo stesso Amore.

Mi inferocisco sul dolore
che non ti basta mai,
certa che le idee comuni,
non ci appartengano,
né che ci debbano toccare.

E di chi ci augurasse il male,
perché siam sempre stati “più belli”,
diabolica estirpo la croce,
di averli accettati,
nel viaggio con noi.

Ora il viaggio conclusivo
si muove solo tra coloro che ci amano, senza giudizio…

E. M COPYRIGHT

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.