Estratto dall’amica sorella

Ogni tanto le pantofole nel frigorifero,

la Nutella al posto delle creme antiage,

un bacio in un luogo sacro,

qualche carezza alla solitudine

Assopirsi ma risvegliarsi più vivi,

in questa ebbrezza degli inizi

Ma è così diverso interrogarsi e ridere

di una scarpa con il tacco strepitoso, a giro per il mondo.

Poesia distratta delle piccole cose,

le grandi hanno a volte sapore amaro

Scrolli le spalle e ridi di me :

“quel vecchio si nutre di apparenza,

sapesse cosa c’è dietro, scienziata pazza” – mi dici –

Continui ridendo di una cisti ovarica che ci ha fatto un brutto scherzo, “proprio l’altro ieri-ripeti-eravamo insieme il sole”

Perciò amica mia, sorella delle notti più nere, dissacriamo la vita almeno sul superfluo….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.