La via del piacere

Si contrae la via del piacere
al marmoreo oggetto d’amore,
che ne fa la sua prigione, al denso del suo venire
E può allora
-dopo una tempesta ,
dopo il punto di culmine,
dopo il gigante effluvio di siero d’amore,
che poc’anzi l’ha invasa –
che schiuse le labbra turgide ed irrorate,
un solo sguardo,
può allora
chieder silente una nuova ritmica
ed impertinente contrattura.
Sempre diversa l’onda del godimento,
procede senza frenarsi, al suono
di singulti  d’amore, che non tradiscono l’unica verità del mondo .
E. M

8 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.