Ci siamo impegnati

E dei consensi non sappiamo
che farcene,
di mani allegre im rialzo d’Euforia,
come il glande sul suo mondo.
E trattasi di un buco,
più o meno impervio,
però lo vede paradiso.
Ci siamo impegnati a creare flessibili suoni,
ad adeguarsi,
a volte a distruggersi.
Per il niente
escoriato il tempio delle idee;
dove rifugge la luce e si fa quiete l’ombra.
Non apro la mia casa agli estranei,
e non pretendo consensi nè doni:
Semplicemente
mi impegno,
come quando si fa l’amore senza amore
e si spera che diventi amore.

16 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.